Quanto vale la vita di una donna? STUPRATA DAL BRANCO E LASCIATA MORIRE NEL SANGUE.

stupro-branco

Volevo nascere uomo e non ho mai cambiato idea, anzi, oggi più che mai ne sono convinta.

Pensavo fosse un problema di discriminazione inerente al lavoro, gli uomini hanno maggiore credibilità e non si capisco come, dal momento che dietro ad un grande uomo è quasi sicuramente certo ci sia una grande donna ma quando leggo notizie come questa, non trovo nemmeno il coraggio di affrontare il discorso.

Stuprata dal branco a 17 anni e poi tagliata dal ventre ai genitali. Una barbarie senza fine. È stata aggredita e violentata con ferocia inusuale da una gang che poi ha abbandonato il corpo straziato nei pressi di un edificio. La vittima, appena 17 anni, non è morta subito, ma dopo una agonia durata alcuni giorni. Prima di morire è riuscita però ad identificare uno dei suoi aguzzini. La tragedia, che ricorda la 23enne indiana, uccisa dopo uno stupro di gruppo, è avvenuta nel fine settimana nella piccola città di Bredasdorp, 130 km a est di Cape Town, in Sudafrica. In base a quanto scrive il quotidiano Cape Argus, la giovane è stata aggredita dalla gang (non ancora precisato il numero degli aggressori) che l’ha violentata a turno. Poi l’ha colpita con un coltello provocandole profondi tagli dal ventre fino ai genitali e quindi abbandonata vicino a un palazzo. Ricoverata in ospedale, è deceduta per le gravissime ferite riportate. Gruppi di psicologi hanno incontrato il personale dell’ospedale che ha lottato per salvare la vita alla giovane per offrire assistenza a causa della natura violenta del caso.

Perchè fidarsi di un uomo? 

 

Scena Straziante Consigliata ad un pubblico adulto

 

Lascia un commento