I Copywriter devono cogliere le emozioni…

notte

Non mi piace il termine copywriter, preferisco l’idea antica dello scrivano, di colui/colei che per sfamare la propria passione stava sveglia la notte a creare emozioni e torbide fantasie da un vecchio scrivano a fiume di candela…

Ma spazzata l’idea romantica, resta la consapevolezza di scrivere qualcosa (quando è possibile) che resti per diverso tempo. Quindi tra descrizioni di prodotti, strategie marketing, SEO, a volte ho anch’io voglia di emozionarmi e lasciarmi emozionare e questa volta voglio raccontarvi questa storia davvero molto commovente e toccante.

Una bambina di 9 anni ha camminato  per oltre un chilometro  nel cuore della notte per cercare di aiutare il papà. La triste storia vede come protagonista una bambina vittima di un incidente con il Suv del padre in California. L’uomo è andato fuori strada precipitando con l’auto in un burrone; i due tornavano da una festa, quando il papà ha perso il controllo della macchina.
La bimba è miracolosamente sopravvissuta all’incidente e si è subito resa conto che al padre serviva aiuto. Nel cuore della notte è uscita dalla vettura e si è incamminata a cercare soccorso fino a quando non ha raggiunto l’autostrada. 
Per il papà non c’era però più nulla da fare, l’uomo è deceduto sul colpo e a nulla, purtroppo è servito il coraggio della sua bimba che ha riportato invece solo piccoli graffi e contusioni.
Si indaga ora sulle cause dell’incidente, ma la polizia crede che l’uomo avesse superato il limite del tasso alcolemico previsto dalla legge.

Una notizia che racchiude in sè diverse emozioni, dalla rabbia per l’irresponsabilità del padre, al coraggio estremo di questa fantastica bambina che ha sfidata non solo la paura ma il terrore della notte buia e dei suoi fantasmi, per compiere un estremo gesto d’amore. E qui abbiamo tanto da imparare tutti quanti… anche “noi” copywriter…

Se volete saperne di più, ecco il video.

Lascia un commento